E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

venerdì, agosto 17, 2018

ORISTANO E LA VALORIZZAZIONE DEL SUO CENTRO STORICO. IL PROGETTO “CITTÀ DELLE STORIE” PROMOSSO DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE HEURISTIC DI ORISTANO.


Oristano 17 Agosto 2018
Cari amici,
L’associazione culturale oristanese Heuristic si è di recente aggiudicato un finanziamento di 120 mila Euro a fondo perduto, a copertura dell’80% delle spese ammissibili, destinato alla valorizzazione del progetto “Città delle Storie”, e, nello specifico, alla migliore sistemazione del Palazzo degli Scolopi, con l’obiettivo di farne un volano per la valorizzazione dell’intero centro storico della città di Oristano.
Heuristic è un’Associazione culturale operante nel territorio di Oristano, attiva in ambito artistico (Categoria: Arte, musica, spettacolo), che ha già organizzato diverse manifestazioni, come i festival MINIERE SONORE e LEGGENDO ANCORA INSIEME, che hanno ottenuto un vero successo. Ora, con il progetto culturale "Città delle Storie", promosso dall'Associazione in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Oristano, si intende rivitalizzare Oristano e la sua antica storia attraverso un programma comprendente musica, degustazioni, cantastorie in costume e visite guidate, capaci di catalizzare nel cuore della città un maggiore flusso turistico.
In quest’ottica, partendo dal presupposto che tutto questo può avvenire in presenza di immobili del passato perfettamente in ordine, e quindi valorizzati, l’Associazione è riuscita ad aggiudicarsi un finanziamento regionale di 120mila Euro. La concessione del finanziamento è avvenuta grazie al bando POR FESR 2014-2020 della Regione Autonoma della Sardegna Culture LAB, “Sostegno finanziario alle imprese del settore culturale e creativo per lo sviluppo di “progetti culturali innovativi”, manifestazioni che quest’anno sono in calendario nel periodo compreso tra Agosto 2018 e Settembre 2019.
Primo tassello, dunque, la sistemazione del Palazzo degli Scolopi, oggi sede del Comune, ma che in passato ha ospitato prima il Convento degli Scolopi, poi il Regio Liceo Ginnasio infine la sede del Tribunale; l’edificio potrà certamente diventare il punto di partenza di un progetto di valorizzazione che comprenderà tutto il centro storico della nostra città, un tempo sede prestigiosa del Giudicato d’Arborea.
Scopo degli interventi a valere sui fondi POR FESR prima menzionati, quello di sostenere la realizzazione di progetti culturali innovativi, riferiti alla valorizzazione dei beni culturali della Sardegna, promuovendone la fruizione e incrementando le attività economiche ad essi connesse e conseguenti. Il progetto intende operare anche con una visione più ampia: quella di creare delle connessioni tra i beni individuati, cercando di metterli in relazione tra di loro, ovvero in una logica di un unico “sistema di rete”, atto a consolidare il legame esistente tra i diversi beni identitari del territorio.
Come accennato prima il calendario degli eventi culturali in programma è partito con il presente mese di Agosto. Tutte le attività previste dal progetto si svolgeranno grazie alla stretta collaborazione ed al supporto del Comune di Oristano e della Pro Loco. Il primo appuntamento è stato quello di ieri 16 Agosto, alle 19.30 in Piazza Eleonora, con la presentazione del progetto, accompagnato da una degustazione di prodotti locali.
Il target individuato per la prima fase del progetto è riferito sia alla popolazione locale che ai turisti, che saranno introdotti alla scoperta di Palazzo degli Scolopi, che consentirà loro di entrare in contatto con le vicende storiche che hanno interessato la città di Eleonora, con un focus particolare rivolto al glorioso periodo giudicale.
Nel calendario stilato sono state previste delle visite guidate (a offerta libera) della durata di 20 minuti circa, in calendario da domani 17 Agosto fino al 21 Settembre (il Mercoledì e Venerdì dalle 10.00 alle 12.00); le visite saranno curate da Federica Marras, guida turistica oristanese, laureata in Storia dell’Arte. Ogni Giovedì, sempre in piazza Eleonora con ingresso libero, si svolgeranno degli eventi che spazieranno dalla musica, al teatro dalla riscoperta degli antichi mestieri artigiani e alla promozione delle eccellenze enogastronomiche locali.
Nel calendario il 23 Agosto prevede la rivisitazione di giochi antichi per bambini a cura della pedagogista Barbara Frau della cooperativa sociale Crazy Island, mentre il 30 è prevista la rivisitazione delle antiche arti (l’arte ancestrale), legate alla Sartiglia e alla tradizione oristanese, a cura di Stefano Manca che, dismessi i panni del fantino, ha deciso di studiare da maniscalco.
A Settembre, invece (il 6 alle 21,00), verrà dato ampio spazio alla musica, con le note di Bach e Vivaldi eseguite da Enrico Di Felice al flauto e Riccardo Leone al clavicembalo; per il giorno 13, sempre alle 21.00, un bel concerto di musica antica, con Enrico Di Felice, Ji Young Lee ai flauti e Sonia Vargiu al fagotto; il 20 Settembre alle 19.30 l’evento di chiusura con degustazione dei prodotti tipici e cantastorie in costume.
Ad Ottobre, dopo la riapertura delle scuole, è previsto il loro coinvolgimento che, oltre alle visite guidate, studiate ad hoc a seconda della fascia d’età, ha in calendario una serie di laboratori e workshop tematici. Ancora visite guidate, dal 17 Agosto al 21 Settembre, a Palazzo degli Scolopi: Mercoledì e Venerdì dalle 10,00 alle 12,00, durata 20 minuti, ad offerta libera. 
Per info e prenotazioni contattare: 340.8872475 - mail: marras.federica@heuristic-or.com, oppure tramite sito www.cittadellestorie.it  o app Città delle Storie – Oristano.
Cari amici, siete convinti anche Voi che Oristano, finalmente, sta cercando di uscire dal suo antico torpore? Sarebbe davvero quasi un miracolo!
Ciao, a domani.
Mario

Nessun commento: