E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

martedì, novembre 29, 2016

ZUPPA DI FRUTTI DI MARE CON LENTICCHIE. UN PIATTO AUTUNNALE CHE RICORDA L’ESTATE.



Oristano 29 Novembre 2016
Cari amici,
Con l’arrivo dell’autunno i primi piatti diventano più consistenti e calorici: messi da parte quelli ‘leggeri’, di marca prettamente estiva, nemici soprattutto della nostra linea, è tempo ora di aprire le porte a quelli più saporiti, anche se più pesanti e nutrienti. Il mare, però, è ancora un fresco ricordo nella nostra mente e, con una certa fantasia, possiamo cercare di preparare un primo piatto (meglio sarebbe un piatto unico) che, seppur non dimenticando del tutto l’estate, si concili e si abbini perfettamente con quelli della stagione autunnale, ben più fresca e bisognosa di più calorie.
Ecco allora pensare ad uno splendido abbinamento: frutti di mare con lenticchie, un connubio che può soddisfare la doppia esigenza: quella del ricordo di un’estate ancora vicina e l’arrivo della successiva stagione autunno-inverno. La ricetta, che può essere eseguita con un’infinità di variabili a seconda dei propri gusti, mette insieme mare e terra, con risultati di assoluto pregio, gusto e sapore. La mia riflessione di oggi, seppur non da esperto culinario ma da semplice, curioso dilettante, cerca di invogliare anche Voi a sperimentare e trovare abbinamenti di gusto spesso poco usuale, ma capaci di attizzare la nostra fantasia, con piena soddisfazione del nostro palato.
Oggi dunque per Voi una ricetta che sicuramente sarà in grado di soddisfare il Vostro palato, anche se piuttosto fine e particolarmente sfizioso: una deliziosa e saporita ZUPPA DI FRUTTI DI MARE CON LENTICCHIE. Leggiamola insieme.
Preparare questo piatto non è particolarmente difficoltoso: Vi impegnerà per circa 3 quarti d’ora per la preparazione e circa un’ora per la cottura. Ecco gli ingredienti per 4/5 persone: 250 g di lenticchie, 1,5 kg circa fra cozze e vongole, una bella seppia di circa 400 g (vanno bene anche i calamari), 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, un po’ di vino bianco, un etto di passata di pomodoro, una costa di sedano, una carota, una foglia di alloro, una cipolla, 2 spicchi d’aglio, prezzemolo, peperoncino (facoltativo) e sale q.b.
Preparazione degli ingredienti.
Mettete a bagno le lenticchie in acqua fredda dalla notte prima; personalmente preferisco quelle minute, piccole ma particolarmente saporite. Dopo averle sciacquate mettetele in una casseruola e copritele con acqua fredda (l’acqua dovrà sovrastare le lenticchie di almeno 3/4 cm.). Preparate una la cipolla tagliata finemente a spicchi, la costa di sedano tagliata a pezzi, la carota mondata, e la foglia d’alloro; salate e, dopo avervi unito le lenticchie, lasciate cuocere a fuoco lento per circa 1 ora (o fino a quando sentirete che sono diventate tenere). Lasciate riposare dopo la cottura.
Di primo mattino avrete anche messo a bagno in abbondante acqua le cozze e le vongole, in modo da farle ben spurgare dalla sabbia; durante la cottura delle lenticchie mettete ancora a bagno i mitili in acqua salata un po’ tepida: sarà più semplice pulirle, raschiando bene i loro gusci con un coltellino, togliendo il bisso e poi risciacquando ancora sotto un getto d’acqua corrente. Pulite per bene anche la seppia (se usate i calamari, scartate l’osso e il contenuto della sacchetta, lavateli velocemente sotto l’acqua corrente e se troppo grandi tagliateli a pezzi, altrimenti lasciateli interi), dividete i tentacoli e tagliate a pezzettini la sacca. Asciugate poi con la carta da cucina.
A fine lavoro mettete cozze e vongole in una casseruola dai bordi alti, che passerete sul fuoco tenuto vivace, coprendo per pochi minuti fino a quando cozze e vongole si saranno tutte aperte. Con una schiumarola togliete i molluschi dalla padella, scartando quelli rimasti chiusi; il liquido di cottura non eliminatelo: filtratelo con colino molto fine e mettetelo da parte.
Scaldate ora dell’olio in una casseruola, dove farete imbiondire i due spicchi d’aglio schiacciati e un pezzetto di peperoncino. Quando gli spicchi d’aglio avranno preso colore eliminateli insieme al peperoncino, rialzate la fiamma e mettete nella casseruola la seppia. Salate leggero e fate insaporire a fuoco vivace, mescolando in continuazione. Quando i pezzetti di seppia cominciano ad attaccarsi al fondo, sfumate con due dita di vino e di seguito aggiungete la passata di pomodoro.
Mettete ora il coperchio e fate cuocere dolcemente per una decina di minuti. A cottura ultimata lasciate riposare un po’ e poi aggiungete le lenticchie, ormai cotte e scolate, e il liquido di cottura dei molluschi prima messo da parte. Amalgamate e fate sobbollire il tutto per qualche minuto e, poco prima di togliere la zuppa dal fuoco, unite le cozze e le vongole. Servite la zuppa ben calda, spolverando leggermente con il prezzemolo tritato. Vi renderete conto della bontà del piatto!

Cari amici, sicuramente questo piatto Vi piacerà, ne sono sicuro, e potrete utilizzarlo come gustoso piatto unico. Un consiglio finale: per apprezzare al meglio questo piatto e gustarlo con maggior piacere, è necessario il giusto abbinamento del vino. Vi consiglio un bianco sapido, possibilmente di gusto delicatamente frizzante, come un Karmis della Cantina Contini di Cabras. Ora, non mi resta altro che augurarvi “Buon appetito”!
A domani.
Mario




Nessun commento: