E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

domenica, dicembre 13, 2015

"VIAGGIARE", UNA DELLE PRIORITÀ DELLA VITA. NELLA SCALA DEI DESIDERI QUANTO “VALE” IL VIAGGIO NEI NOSTRI SOGNI? MOLTO, SE PENSIAMO CHE IL 33,3% DEGLI UNDER 25 IN ITALIA LO COLLOCA IMMEDIATAMENTE DOPO GLI AFFETTI!



Oristano 13 Dicembre 2015
Cari amici,
un recente sondaggio, effettuato nel corso del 2015 e condotto da Episteme, società italiana che si occupa di ricerche in supporto ai processi decisionali, ha rilevato in una delle sue ultime indagini dal titolo “Millennials in fuga? No, in viaggio”, che Il 33,3% degli under 25 in Italia considera il viaggio come una delle priorità della vita, secondo solo agli affetti (51,9%). L’indagine, illustrata dalla Presidente Monica Fabris alla BTO - Buy Tourism Online, la manifestazione del travel online, che si è svolta recentemente a Firenze, ha preso in considerazione circa 4.000 casi, che rappresentavano la popolazione italiana. BTO Buy Tourism Online è una struttura della Regione Toscana e della Camera di Commercio di Firenze.
I risultati ricavati sono a dir poco sorprendenti: ben il 66,4% dei giovanissimi (under 25) e il 53,4% dei giovani (25-34 anni) si affannano ogni anno, per organizzare almeno un viaggio, con lo scopo di visitare un posto in cui non sono mai stati. Sia i giovani che i giovanissimi sono alla ricerca di situazioni nuove e stimolanti, in cui sia presente il gusto del rischio e dell’avventura (64,3% dei giovanissimi e il 63.5% dei giovani). Pensate, è incredibile: ben il 54,7% dei giovanissimi e il 52.8% dei giovani, amano trovarsi in situazioni sconosciute e circondati da persone nuove!
Altro desiderio giovanile irrinunciabile è quello di restare costantemente connessi a Internet durante i propri spostamenti: è questo un bisogno quasi primario per i giovanissimi (pensate, per ben l’83,5% di loro), mentre la percentuale scende al 57,5% dei giovani 25-34enni, percentuale che si abbassa ulteriormente se si considera il totale della popolazione (50,3%). Inoltre, per il 35,3% degli under 25, “è fondamentale condividere le esperienze personali e le proprie opinioni sui social network”; questa percentuale si abbassa al 31,8% se si considerano i giovani di 25-34 anni e scende ulteriormente al 27,7% se si considera il totale della popolazione italiana.
L’amore “smisurato” dedicato a Internet, questo stretto rapporto con la tecnologia, però, ha come risvolto una seria “dipendenza patologica” dai nuovi strumenti comunicativi. Infatti ben il 38% degli under 25 dichiara di essere molto o abbastanza d’accordo con la frase: “Mi sento in ansia quando non sono connesso a Internet”; percentuale che si assesta sul 35,9% quando si considerano i 25-34enni e scende al 29,7% per il totale della popolazione.
D’altra parte secondo i giovani e i giovanissimi la Rete rappresenta un modo eccellente per scegliere e informarsi con maggior consapevolezza: secondo il 69,2% dei giovanissimi “l'informazione presente su Internet è più libera e veritiera rispetto a quella offerta da TV e stampa” e la percentuale sale al 75,6% per i 25-34enni contro il 68,4% del totale della popolazione. Inoltre, il 66,8% dei giovanissimi e il 62,9% dei giovani dichiara anche di fidarsi di un prodotto o di un’azienda che non conosce, ma di cui si parla bene sul web, contro il 52% del totale della popolazione.
Cari amici, "Sì, viaggiare" di questi tempi non è solo il ritornello della celebre canzone di Battisti, ma è anche il chiodo fisso dei 'millennials', cioè dei ragazzi nati tra la fine del secolo scorso e l’inizio di questo millennio e che comprende praticamente i giovani under 25. Non è solo un trend, quello della smania di viaggiare, ma la caratteristica dominante della nuova generazione di viaggiatori, che si stanno affacciando ora sia alla vita di relazione che a quella economica. Esigenza quest’ultima che è stata già ben percepita dal settore del “Travel”, che li considera i protagonisti del settore nel prossimo futuro.
Per conoscerli meglio e per sapere come vendere loro i viaggi, le agenzie specializzate stanno effettuando tutta una serie di ricerche che cercano di individuare le caratteristiche principali di questa nuova generazione. Da questi studi stanno emergendo una serie di tendenze che, un domani prossimo quantificato entro il 2030, vedrà quasi 2 miliardi di persone l'anno oltrepassare i confini nazionali! Rispetto al passato sono oltre 700 milioni in più: un mercato enorme dove confluiscono consumi, comportamenti, desideri e nuove tecnologie.
La "mobilità" è, dunque, la nota 'dominante' della generazione Millennials: non solo fisica ma anche tecnologica-virtuale: la possibilità di essere connessi sempre, risulta importante quanto e più del viaggio! Le percentuali, come detto prima, vanno dall’83,5% per i giovanissimi al 57,5% per i giovani. Tra i trend emergenti, anche una novità: la passione per i piccoli centri, che ha sostituito quella precedente per le megalopoli.
Insomma, cari amici, il futuro dei viaggi per le nuove generazioni è già iniziato!
Grazie, amici, a domani.
Mario




Nessun commento: