E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

giovedì, dicembre 17, 2015

STARTUP ITALIANE: A MILANO IL PRIMO “OPEN SUMMIT”, CON 2 MILA GIOVANI IMPRENDITORI PROTAGONISTI DEL FUTURO E DELL’INNOVAZIONE.



Oristano 17 Dicembre 2015
Cari amici,
il primo salone dell’innovazione si è appena concluso a Milano. Il 14 Dicembre, nel vecchio palazzo del ghiaccio, 100 Aziende e oltre 2 mila giovani imprenditori hanno dato vita ad un “raduno-incontro” delle aziende più innovative italiane: l'Open Summit di Startup Italia. La rassegna, mostra-vetrina di un moderno e innovativo modo di “fare impresa”, è apparsa in veste moderna, vitale e competitiva. Un summit "a cuore aperto": senza steccati (che non hanno senso), senza nemici (che non esistono), senza timori di competitor (che fanno bene). Innovativa anche l’organizzazione: i responsabili del summit hanno sottolineato che la Convention non è né una gara a premi né l’ennesimo contest per startup, ma una bussola per orientarsi nell’ecosistema italiano dell’innovazione. 
Protagoniste della giornata milanese le 100 aziende italiane più innovative, scelte tra le migliori sul mercato (selezionate perché hanno fatto meglio delle altre, perché sono cresciute di più, perché hanno ottenuto i finanziamenti maggiori o perché sono riuscite a convincere il proprio mercato di riferimento). Al termine della presentazione-confronto, delle 100 partecipanti ne sono rimaste 10: scelte con attenzione da una giuria composta da 50 esperti del mondo digitale italiano. Tra queste dieci è stata poi scelta la vincitrice: la start up che è stata dichiarata la numero uno d'Italia del 2015! Tra i partecipanti eccellenti all'incontro milanese anche Federico Marchetti, creatore nel 2000 della prima startup "unicorno" italiana, Yoox, che dopo aver superato il miliardo di dollari in valore, oggi è un gruppo internazionale, Yoox Net a Porter, di cui Marchetti è amministratore delegato.
L’interessante raduno milanese di Aziende e Protagonisti, si è mosso all’interno di un ricco programma di workshop: ben 12 i temi affrontati, che hanno spaziato dal venture capital all’open innovation, dalle nuove frontiere tecnologiche in ambito finanziario e bancario (fintech e crowdfunding) all’alimentare, dal sanitario all’energia, dall’agro-alimentare e all’education. Ricca anche la presenza di qualificati speaker, che andava da personalità note come Paolo Barberis (Consigliere per l’Innovazione della Presidenza del Consiglio), Mauro Del Rio (B-Ventures), Giovanni De Caro (tech Hub), Salvatore Ippolito (Country Manager Twitter Italia), Maximo Ibarra (CEO Wind), Augusto Coppola (Luiss Enlabs), Renato Soru (fondazione Tiscali), Riccardo Donadon (H-farm inventures), Roberto Ferrari (CheBanca!), Fausto Boni (360 Capital).
Ospite d'onore del meeting la campionessa degli US Open 2015, Flavia Pennetta. Dal tennis alle startup il passo è breve, parola di campionessa: Flavia Pennetta, dopo il trionfo agli US Open, è venuta a Milano per parlare agli oltre duemila giovani imprenditori innovativi presenti. “L'impegno e la tenacia pagano”, ha ricordato la Pennetta nel suo saluto in apertura dell'evento. L’incontro, ha ricordato il Digital Champion Riccardo Luna nel presentare la giornata, è stato organizzato per la prima volta in Italia per mettere in mostra e premiare le giovani iniziative, sostenendo e coinvolgendo chi sta facendo bene impresa in Italia.
Tra le dieci finaliste (si tratta di Talent Garden, Musement, Wise Neuro, Genenta Science, VisLab, HelloFood 'ex Pizzabo', Soundreef, Satispay, MoneyFarm, DoveConviene), selezionate tra le 100 presenti e considerate le migliori dell’anno, a prevalere su tutte è stata VisLab, la startup fondata da Alberto Broggi, docente all'Università di Parma. Questa, dunque, la vincitrice della prima edizione di Startup Italia! Vi chiederete: cosa ha realizzato di così eclatante la VisLab?
VisLab ha studiato e realizzato la messa a punto di un'auto che si guida da sola. Questa innovativa startup italiana, nata nel 2010 e poi acquistata da Ambarella Inc., società americana quotata al Nasdaq specializzata nello sviluppo di compressioni video e immagini attraverso semiconduttori, è riuscita a distinguersi e primeggiare, grazie al suo particolarissimo è innovativo sistema di guida.
Cari amici, questo interessante evento milanese è sicuramente più importante di quello che apparentemente può sembrare: a parte la selezione necessaria e la scelta del vincitore, essa ha rappresentato un'occasione per tutte le start-up presenti, che hanno avuto la possibilità, durante la giornata, di sfruttare le occasioni di networking con investitori, venture capital e CEO di aziende italiane e internazionali. Credo che sia questa la strada da percorrere per essere competitivi: innovare senza timore, a viso aperto, mantenendo i ponti con il passato, ma aprendone dei nuovi verso il futuro!
In questo modo certamente i nostri giovani potranno davvero “volare”! A noi il compito di avere la mentalità aperta per supportarli in tutti i modi, aiutandoli a mettere le ali.
Grazie, amici, a domani.
Mario

Nessun commento: