E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

sabato, settembre 10, 2016

C’È CARBONARA E CARBONARA… TEMI LA PESANTEZZA DELLA CARBONARA CON PROSCIUTTO E PANCETTA, O SEI VEGETARIANO? ECCO QUELLA LIGHT, PREPARATA CON LE ZUCCHINE.



Oristano 10 Settembre 2016
Cari amici,
Che mangiare cose saporite, ricche e speziate, piaccia a tutti è una dato incontestabile, anche se, più spesso di quanto si possa immaginare, per mille ragioni (dieta, intolleranze, essere vegetariani, etc.) questo non è possibile. Ecco, allora che la mente dell’uomo ha inventato dei ‘sotterfugi’, dei modi per ingannare i nostri appetiti proibiti, che spesso danno vita a risultati eccezionali. Nel cibo questo succede spesso, ed ecco, pronta per Voi, una delle prove di queste astuzie: la carbonara light, vegetariana, fatta con le zucchine.
La pasta alla carbonara, lo sappiamo bene, è uno dei piatti più buoni e più amati dagli italiani: se però siete vegetariani avrete certamente dovuto rinunciare a questa golosità che vede il guanciale o la pancetta come ingredienti fondamentali. Ecco allora, facilissima da preparare, una variante light di questa ricetta, capace di replicare il gusto di quella classica ma con molte calorie in meno e soprattutto senza carne.
La pasta con le zucchine, in stile carbonara, lo dico per chi non l’ha mai mangiata, è un piatto eccellente, capace di soddisfare anche i palati più raffinati. Eliminati i ‘pesanti’ componenti della carbonara classica, ecco allora una bella variante, capace di rendere appetitoso un piatto semplice, per nulla banale, grazie a delle zucchine fresche, un po' di formaggio sapido (pecorino semi stagionato o parmigiano reggiano) e dell'uovo.
Il piatto si confeziona davvero in maniera semplice e anche rapida, e può essere servito anche come ‘piatto unico’. Per i più sfiziosi il formaggio ideale è il pecorino romano, piccantino e salato, perché riesce a dare tono e corpo alle zucchine, che devono essere fresche di taglio e gonfie di umori. La pasta può oscillare dagli spaghetti ai tortiglioni, dalle mezze penne alle mezze maniche, tutte capaci di amalgamarsi per bene con il composto che adesso vedremo. Ecco gli ingredienti per 4 persone.
Preparare: 400 g di tortiglioni, mezze penne o spaghetti (usate la pasta che preferite), 6-700 g di zucchine verdi piccole e molto fresche, 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 2 spicchi d’aglio, prezzemolo, 2-3 uova, 100 grammi di formaggio grattugiato, del tipo indicato prima, scegliendo quello che vi piace di più, sale e pepe.
Lavorazione: spuntare le zucchine, lavarle e asciugarle, dividendole poi in quattro parti con due tagli verticali, ricavandone dei dadini regolari. Prendere poi una manciata di prezzemolo, tritarlo non troppo finemente e iniziare a scaldare l’olio extra vergine d’oliva in una padella ampia, capace anche di accogliere poi la pasta; quando l’olio è caldo rosolare a fuoco lento gli spicchi d’aglio schiacciati e, quando sono imbionditi, eliminarli del tutto. A questo punto versare nella padella i dadini di zucchine e rialzare la fiamma; rimestando in continuazione, e, dopo aver salato, fate cuocere per una decina di minuti, sempre rimestando in modo che i dadini di zucchine possano cuocere restando abbastanza consistenti. A fine cottura, unire il trito di prezzemolo, lasciando riposare il composto.
Mettere ora la pentola sul fuoco con l’acqua salata per cuocere la pasta; una volta raggiunta l’ebollizione iniziarne la cottura. In una capiente terrina versare il contenuto delle uova, aggiungendo il formaggio grattugiato e amalgamando il tutto fino ad avere un composto denso ma filante. Quando la pasta è pronta, meglio se al dente, scolarla, mettendo però da parte una tazza dell’acqua di cottura; ora, nell’ampia padella delle zucchine, versare la pasta fumante, unendo un po’ dell’acqua di cottura ritenuta necessaria per amalgamare il tutto. Riaccendere i fornelli per far insaporire l’insieme, rimestando per qualche minuto, in modo che il composto possa insaporirsi al meglio.
A fuoco spento versare ora nella padella il miscuglio di uova e formaggio preparato prima, mescolando rapidamente in modo che le uova si cuociano con il calore residuo della pasta, rimanendo però cremose; se necessario aggiungere ancora un goccio dell’acqua di cottura. Servire subito, possibilmente in piatti caldi, cospargendo con un pizzico di pepe. Assaggiando vi accorgerete subito della bontà di questa carbonara light, delicata, saporita, e sicuramente molto più digeribile di quella che ben conosciamo.
Un ultimo consiglio: trattandosi di un piatto unico consiglierei di gustare questo piatto con delle fette di pane casereccio, anche rustico-integrale, e di accompagnare con un vino bianco profumato e frizzante, come un Karmis della Cantina Contini, oppure con un Nieddera rosato della Cantina del Rimedio.
Buon appetito!
A domani.
Mario


Nessun commento: