E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

sabato, marzo 31, 2018

L’AGENDA 2030 DELL’ONU, SUGGERISCE GLI OBIETTIVI DA PERSEGUIRE PER RAGGIUNGERE UNA MIGLIORE VIVIBILITÀ NEL MONDO DEL FUTURO.


Oristano 31 Marzo 2018
Cari amici,
Termino le riflessioni di Marzo parlando di "Sviluppo sostenibile". Un serio programma di sviluppo sostenibile, dopo non poche, ripetute avvisaglie, l’ONU riuscì a vararlo solo nel 2015, sottoscritto nel mese di Settembre dai Governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Definito “Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”, era in realtà un protocollo di norme da attuare per arrivare ad avere il pianeta prospero ed in salute. Quest’Agenda, composta da 17 Obiettivi da raggiungere, altro non era che un programma per rendere la vita, in particolare nelle città del futuro, più vivibile e rispettosa dell'ambiente, finalmente priva dei tanti veleni che oggi la avvolgono. “Sustainable Development Goals”, (SDGs), come è ufficialmente noto questo grande programma d’azione, contiene al suo interno ben 169 ‘target’ o traguardi da raggiungere.
Ogni Stato aderente e sottoscrittore del programma, avrebbe dovuto iniziare a metterlo subito in atto, orientandosi con buona lena verso il raggiungimento degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile da raggiungere. Ufficialmente gli Stati hanno iniziato nel 2016 a varare i programmi migliorativi, che nell’arco dei prossimi 12 anni (dal 2015 sono già passati 3 anni), dovrebbero raggiungere il traguardo entro la scadenza del 2030. Ma vediamo insieme quali sono in dettaglio questi 17 obiettivi contenuti nell’Agenda 2030 dell’ONU.
1.Porre fine alla povertà in tutte le sue forme. Ad oggi sono ancora molte le persone che vivono con meno di 1,25 dollari al giorno; far raggiungere a tutti un minimo accettabile è il traguardo.
2.Azzerare la fame, realizzare la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile. Ognuno di noi ha diritto ad avere cibo sufficiente per tutto l’anno: un concetto elementare ma ancora trascurato. È possibile farlo con sistemi di coltivazione e produzione di cibo sostenibili e mantenendo intatto l’ecosistema e la diversità di semi e di piante da coltivare.
3.Garantire le condizioni di salute e il benessere per tutti a tutte le età. È necessario ridurre il tasso mondiale di mortalità materna e impedire la morte di neonati e di bambini sotto i 5 anni per cause prevenibili.  È necessario migliorare l’assistenza sanitaria.
4.Offrire un’educazione di qualità, inclusiva e paritaria e promuovere le opportunità di apprendimento durante la vita per tutti. L’istruzione può davvero garantire ai giovani un futuro migliore. Tutti devono saper leggere e scrivere, uomini e donne. La cultura rende liberi.
5.Realizzare l’uguaglianza di genere e migliorare le condizioni di vita delle donne. La parità di genere è un traguardo indispensabile, ancora oggi le discriminazioni verso il genere femminile non mancano: è necessario sradicare ogni forma di violenza nei confronti delle donne.
6.Garantire la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e condizioni igieniche per tutti. L’acqua fonte di vita deve essere accessibile a chiunque. Entro il 2030 dovrà essere garantito l’accesso universale all'acqua pulita e potabile, con adeguate condizioni igieniche, in particolare nei confronti delle persone più vulnerabili.
7.Assicurare l’accesso all'energia pulita, a buon mercato e sostenibile per tutti. Ad oggi, i sistemi energetici sono elemento fondamentale per la vita quotidiana di tutti noi; per questo una tappa importante è quella di renderli accessibili a tutti.
8.Promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena e produttiva occupazione e un lavoro decoroso per tutti. Garantire a tutti il lavoro è un traguardo importante, perché consente di vivere la nostra vita dignitosamente; sostenere la crescita economica e raggiungere alti livelli di produttività possono aiutare la nostra sopravvivenza.
9.Costruire infrastrutture resistenti, promuovere l’industrializzazione sostenibile e inclusiva e favorire l’innovazione. Sia le infrastrutture che l’industria sono importanti per supportare l’intero sviluppo economico e il nostro benessere, divenendo sostenibili ed affidabili con lo sviluppo tecnologico e la ricerca.
10.Riduzione delle disuguaglianze tra i Paesi. Tutti i Paesi dovrebbero avere le stesse opportunità e gli stessi diritti, sia a livello economico che globale. Per ottenere questo entro il 2030 le politiche fiscali, salariali e di protezione dovrebbero essere rese uniformi.
11.Rendere le città e le comunità sicure, inclusive, resistenti e sostenibili. L’ambiente che ci circonda può influire drasticamente sulle nostre abitudini e stili di vita. Per questo il miglioramento in ottica sostenibile dei nostri spazi vitali è un obiettivo imprescindibile entro il 2030.
12.Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili. Il nostro pianeta ha bisogno di essere rispettato e salvaguardato: in quest’ottica entro il 2030 è importante ridurre gli sprechi e le sostanze chimiche rilasciate soprattutto dalle grandi aziende multinazionali tramite politiche sostenibili e improntate sul riciclaggio dei prodotti.
13.Fare un’azione urgente per combattere il cambiamento climatico e il suo impatto. I cambiamenti climatici sono all’ordine del giorno e balzano agli occhi di tutti: una situazione che non può più essere ignorata e che deve essere affrontata entro il 2030 con politiche e strategie globali sostenibili in modo da arginare i rischi ambientali e gli effettivi disastri naturali.
14.Salvaguardare gli oceani, i mari e le risorse marine per un loro sviluppo sostenibile. La conservazione delle acque marine e assolutamente indispensabile; anche il loro sfruttamento deve essere calmierato, garantendo un prelievo regolare delle risorse. La riduzione dell’inquinamento marino, il mantenimento di una gestione sostenibile dell’ecosistema e una maggiore protezione dell’ambiente subacqueo, sono obiettivi necessari per salvaguardare la nostra salute.
15.Proteggere, ristabilire e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, la gestione sostenibile delle foreste, combattere la desertificazione, fermare e rovesciare la degradazione del territorio e arrestare la perdita della biodiversità. Preservare il nostro pianeta è un compito affidato a tutti noi e per questo motivo è necessario che entro il 2030 si persegua un’azione congiunta per proteggere, ristabilire e promuovere l’impiego sostenibile dell’ecosistema terrestre.
16.Promuovere società pacifiche e inclusive per lo sviluppo sostenibile, garantire a tutti l’accesso alla giustizia, realizzare istituzioni effettive, responsabili e inclusive a tutti i livelli. Un futuro migliore per ognuno di noi è possibile, ma solo in caso di una riduzione drastica di violenza e mortalità: una visione che oggi sembra lontana, ma tuttavia fattibile con la realizzazione entro il 2030 di società pacifiche, l’accesso alla giustizia per tutti e l’esistenza di istituzioni responsabili.
17.Rinforzare i significati dell’attuazione e rivitalizzare le collaborazioni globali per lo sviluppo sostenibile. L’attuazione dell’Agenda richiede un forte coinvolgimento di tutte le componenti della società, dalle imprese al settore pubblico, dalla società civile alle istituzioni filantropiche, dalle università e centri di ricerca agli operatori dell’informazione e della cultura.
Cari amici, obiettivi certamente encomiabili, forse difficili da raggiungere, ma certamente tutti dovremmo cercare di convergere verso questa direzione. La lotta alla povertà, l’eliminazione della fame e il contrasto al cambiamento climatico, per citarne solo alcuni, sono ‘Obiettivi indispensabili da raggiungere’, e riguardano tutti i Paesi e tutti gli individui: nessuno dovrebbe rimanerne escluso, né lasciato indietro, lungo quel cammino sicuramente difficile ma necessario, per riportare il mondo sulla strada della sostenibilità e di conseguenza anche della tanto attesa pace nel mondo.
A domani.
Mario

Nessun commento: