E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

venerdì, gennaio 16, 2015

ORISTANO ALL’EXPO 2015: AL PROGETTO D’ARTE CERAMICA “IL CIELO D’ITALIA”, ORISTANO SARÀ ORGOGLIOSAMENTE PRESENTE! DAL 15 AL 21 GENNAIO IN PIAZZA ELEONORA ALL’U.P.T. SARANNO ESPOSTE IN ANTEPRIMA LE 16 MATTONELLE PARTECIPANTI.



Oristano 16 Gennaio 2015
Cari amici,
tutti sappiamo che Oristano è da tempo immemorabile “Città della ceramica”, anche se col passare degli anni qualche lucentezza appare coperta da un velo di polvere. Ebbene, complice l’Expo 2015, sembra rivedersi un certo ritorno di fiamma: su iniziativa dell’Assessorato al Turismo del Comune di Oristano e dei ceramisti locali, in collaborazione con la Provincia e la Pro Loco, la nostra città parteciperà al concorso nazionale “Il cielo d'Italia”, concorso d'arte ceramica che coinvolge tutte le città italiane della ceramica. I nostri ceramisti si sono messi subito all’opera e dal 15 al 21 Gennaio, presso l’Ufficio Provinciale del Turismo in piazza Eleonora i visitatori potranno ammirare le 16 mattonelle realizzate dei figoli oristanesi partecipanti al prestigioso concorso nazionale. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16,30 alle 20.


Subito dopo la chiusura dell’anteprima della mostra, le opere esposte partiranno da Oristano dirette a Faenza, prima tappa del percorso, per raggiungere, poi, l’obiettivo finale: Milano e l’EXPO 2015. Il progetto è stato orgogliosamente presentato in Comune dall’assessore al Turismo e Artigianato Emilio Naitza ed ha avuto una vasta eco non solo nella nostra Provincia ma in tutta l’Isola. “In palio per la nostra città un premio prestigioso con una vetrina d’eccezione: la partecipazione ufficiale all’EXPO di Milano. I manufatti selezionati saranno assemblati in un’unica grande composizione formata dalle mattonelle dipinte con i disegni e i colori di ciascuna Città della Ceramica e per questo motivo definito "Il Cielo d'Italia", ha spiegato l’Assessore Naitza. Il progetto ceramico “Il Cielo d'Italia”, che ha mantenuto come tema “cibo, energia, pianeta, vita”, lo stesso dell'Expo 2015, rappresenta un'occasione unica per rafforzare i legami fra le città della ceramica, che fanno di questa antica arte un punto di forza e di coesione.

Questo interessante progetto d'arte ceramica saprà rappresentare, attraverso un’unica installazione, la cultura e le tradizioni di tutte le città dell'Associazione Italiana Città della Ceramica, tra le quali è presente anche la nostra Oristano. Il manufatto finale, che sarà composto da 500 pezzi di identiche dimensioni realizzate dalle botteghe dei principali centri ceramici italiani, sarà allestito tra circa un mese. 
Il Comitato artistico, presieduto dallo storico d’arte Maria Selene Sconci e composto da rappresentanti dell’associazione italiana città della ceramica, selezionerà le mattonelle che andranno a costituire “Il Cielo d’Italia”. Verrà redatto il catalogo della manifestazione con la riproduzione di tutte le opere pervenute e le biografie degli autori e delle botteghe d’arte che avranno partecipato al progetto, diventando, il catalogo, anche una guida del mondo ceramologico italiano.
Questa, cari amici, è per la nostra Città una bellissima occasione da non perdere, e personalmente sono sicuro che Oristano saprà certamente farsi valere! 
La manifestazione Il Cielo d’Italia sarà premiata in molti modi: uno dei premi previsti, “Ceramica artistica per l’Expo”, vedrà premiata sia la città, che la bottega e gli artisti che meglio avranno interpretato il tema proposto. Alla fine dell’Expo 2015, inoltre, il Comitato organizzatore porterà “Il Cielo d’Italia” in tutte le città partecipanti che ne faranno richiesta, aumentando così la conoscenza e la capacità degli artisti. Ecco ora l’elenco dei ceramisti oristanesi partecipanti:
1-CMA Ceramica Maestri d’Arte (Antonello Atzori • Angela Regina Sofia Zoccheddu) – Oristano;
2-Laboratorio ceramiche artistiche «LUCEBUIO» – Oristano;
3-L’Antica Arte della Ceramica di Maria Giuseppina Addari – Usellus;
4-Ceramiche Manis di Arnaldo e Vitaliano Manis – Oristano;
5-Domenico Cubeddu – Seneghe;
6-Ceramiche Artistiche di Angelo Sciannella – Cabras;
7-Mediterraneum Fictilia di Pina Corriga – Solarussa.
Cari amici, Oristano credo che debba utilizzare tutte le occasioni per riportare alla luce le sue antiche e meravigliose tradizioni, che, se opportunamente utilizzate potranno sicuramente essere un sicuro “sbocco lavorativo” anche per i tanti giovani che cercano disperatamente un’attività da intraprendere. La ceramica può essere sicuramente una strada importante da percorrere.
Ciao, a domani.
Mario

Nessun commento: