E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

mercoledì, maggio 20, 2015

MANGIARE PIÙ SANO: PER DUE GIORNI LA SETTIMANA, SOSTITUIAMO LA PASTA CON DELLE BELLE ZUPPE DI VERDURA. DEPUREREMO IL NOSTRO ORGANISMO DI PIÙ E MEGLIO.



Oristano  20 Maggio 2015
Cari amici,
tutti sappiamo che la pasta è un ingrediente base della dieta mediterranea, ma questo non vuol dire che dobbiamo mangiarla tutti i giorni! Sarebbe opportuno, come consiglio, intervallare almeno due volte la settimana, con delle belle zuppe di verdura. La primavera è ormai ben avviata e, sicuramente, senza ricorrere ai prodotti provenienti da molto lontano, è possibile organizzare dei primi piatti ottimi: nutrienti e salutari, capaci di contribuire tra l’altro, per la loro buona concentrazione di fibre, a regolare al meglio il nostro intestino. Sostituire la pasta con delle zuppe risulta inoltre, in periodo di spending review, anche un buon modo per evitare gli sprechi: per la sua preparazione, infatti, possono essere utilizzate molte delle parti esterne delle verdure che normalmente eliminiamo, in quanto troppo dure. Se diamo uno sguardo al nostro frigo, le verdure sicuramente non mancano: finocchi, sedani, carote, e così via; cominciamo ad usare le parti più fibrose, saranno utilissime per confezionare un’ottima zuppa, non solo saporita ma anche capace, con le sue fibre, di regolare il nostro intestino senza ricorrere ai medicinali.
Preparare una ricca e saporita zuppa di verdura non è difficile: basta armarsi solo di buona volontà e dedicare alla preparazione un paio d’ore. Per agevolarvi il compito, se siete tentati di provare, ecco una semplice ricetta-base, modificabile in relazione alle verdure che potete avere a disposizione, ma comunque, sicuramente capace di farvi gustare un piatto leggero, saporito e nutriente. Ecco la semplice ricetta.

ZUPPA MISTA DI VERDURE DI STAGIONE
Ingredienti: finocchi, sedano, carote, patate, costole di bietola, cipolle, zucchine, fagiolini, piselli, pomodori (vanno bene anche dei pelati interi), cavolfiore, fagioli borlotti, aglio, finocchietto selvatico. E’ possibile, a seconda dalla stagione variare con altre verdure disponibili; per il condimento, invece, qualche cucchiaio d’olio d’oliva extravergine, sale o dado vegetale.

La preparazione della zuppa di verdure è alquanto semplice anche se lunga e laboriosa, per via della pulizia e del taglio dei molti vegetali che la compongono, ma varrà sicuramente la pena di perdere un po’ del vostro tempo, se non altro per la soddisfazione di poter gustare un piatto interamente realizzato con verdure fresche e scelte secondo il proprio gusto. Dopo aver separato dai finocchi e dal sedano le parti esterne più fibrose (sono queste le parti da usare per la zuppa), lavarle accuratamente e metterle in uno scolapasta, dove, man mano, verranno aggiunte le patate sbucciate, le carote pelate, le costole di bietola, le cipolle opportunamente private della pellicola esterna, le zucchine lavate e private del gambo, i fagiolini, i piselli sgusciati, i pomodori, il cavolfiore, l’aglio e il finocchietto selvatico. I fagioli borlotti, a meno che non si usino quelli in scatola già bolliti, vanno preventivamente messi in ammollo.

Dopo aver lavato e sbucciato le verdure, iniziate a ridurle in cubetti, o in listarelle. Le carote vanno tagliate in rondelle sottili (le più grosse spaccate a metà o in 4 parti), così come il sedano, la cipolla e l'aglio. Una carota sottile tritatela finemente, insieme ad una giovane costola di sedano, uno spicchio d’aglio e una piccola cipolla, che metterete a soffriggere in un tegame capiente con dell'olio extravergine d'oliva. Quando il soffritto avrà incominciato ad appassire, aggiungete i pomodori sbucciati e privati dei semi (oppure i pelati), poi tutte le altre verdure precedentemente preparate e tagliate a cubetti, i piselli e i fagioli borlotti, rimestando in continuazione a fuoco vivo per dare una leggera rosolata al tutto e far insaporire il composto. Aggiustare di sale e (per chi piace) aggiungete anche una spolverata di pepe.
A questo punto se avete lavorato con una pentola normale, occorreranno un paio d’ore di cottura, se invece avete usato una pentola a pressione, ve la caverete in 40 minuti circa. A cottura terminata, ed in relazione ai gusti di ciascuno, potete aggiungere del prezzemolo o del basilico tritati finemente. Servire dopo aver lasciato riposare per almeno un’ora. Per gli amanti dei crostini, ricoprire il fondo del piatto, prima di versare sopra la zuppa.
Cari amici, questa è la zuppa di verdura semplice e fresca, soprattutto salutare, anche se ai più sembrerà mancare di qualcosa, come un rosolato di carne macinata o di pancetta, oppure la pasta, trasformando, in questo caso, la zuppa in minestrone. Ognuno ha le sue preferenze: nessuno può interferire con i gusti di ciascuno, quindi la ricetta può subire tutte le variazioni ritenute più opportune! Quando si fa rosolare il condimento, nessuno vieta di aggiungere della pancetta o della salsiccia fresca sminuzzata o del macinato, ingredienti che sicuramente danno più sapore, ma anche…molte più calorie! Anche la pasta può entrare nella zuppa: basta, per esempio, cucinarne in abbondanza e, dopo averne mangiato un po’ a pranzo come semplice zuppa, aggiungere la sera al composto degli spaghetti tagliati grossolanamente a mano e lessati a parte!
Tutto, amici miei, nella cucina è sperimentabile e modificabile, e così, ogni giorno, rendere il pasto diverso e, forse, anche più vario e divertente! L’importante è usare sempre prodotti genuini, possibilmente a kilometro 0, perché ne va della nostra salute! Prima di chiudere un ultimo consiglio: questo piatto, che la sera io consiglio esclusivamente come “piatto unico”, può essere accompagnato da un vino bianco fresco, possibilmente leggermente frizzante, come ad esempio un “Karmis”, della Cantina Contini, sapido e profumato, oppure da un Vermentino di Gallura “Funtanaliras”, della Cantina del Vermentino.
Grazie amici dell’attenzione e, a questo punto posso solo augurarvi Buon appetito!
Ciao.
Mario
 

Nessun commento: