E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

martedì, maggio 15, 2018

ENRICO SASSOON, UN UOMO CHE NON AMA ESIBIRSI, MA POTENTISSIMO, ANCHE IN ITALIA. I LEGAMI CON LA CASALEGGIO ASSOCIATI E IL MOVIMENTO CINQUE STELLE.


Oristano 15 Maggio 2018
Cari amici,
La storia ci ha insegnato che ci sono uomini potentissimi, capaci di condizionare imperi e nazioni, ma che preferiscono non apparire, agire nell’ombra, nelle ovattate stanze del potere. La storia che voglio raccontarvi oggi la ritengo non solo interessante ma anche di sicuro interesse attuale, per quanto riguarda le vicende del nostro Paese. Prima, però, di arrivare a fare determinate congetture, preferisco raccontarvi la storia. E' quella di una famiglia antica e molto potente, oggi come ieri, che ha sempre operato con grande riservatezza, volutamente rimasta nell’ombra. La famiglia è quella di Enrico Sassoon.
Enrico Sassoon appartiene ad un’antichissima famiglia ebraica. Dotato di grande intelligenza e cultura (tre lauree, la prima in economia alla Bocconi nel 1973, le altre due conseguite in Scienze Politiche e Storia), vanta nel mondo una parentela di tutto rispetto: per esempio i Rothschild, la famiglia di banchieri (ebraica anch’essa) che detiene il 40% di tutta la ricchezza mondiale.
Casato, il suo, antico e potente, addirittura di probabile origine mesopotamica. I Sassoon, infatti deriverebbero dai Shoshans, famiglia che annoverò dei Principi, come lo spagnolo Ibn Shoshans (Yazid ibn Omar ha-Nasi). Nel Cinquecento, per sfuggire alle persecuzioni spagnole, i Sassoon si rifugiarono a Baghdad. Nella prima metà dell’Ottocento uno degli avi, David Sassoon, fondò una grande banca a Bombay, la David Sassoon &Co, diventando una delle personalità più influenti dell’India. Il fratello di David, Albert Abdallah David Sassoon, per i giganteschi guadagni procurati alla Corona inglese, nel 1890 fu addirittura nominato Barone dalla Regina Vittoria.
Alla fine della Prima Guerra Mondiale i Sassoon furono tra i protagonisti della formazione dell’Iraq, il cui primo Ministro delle Finanze, Eskell Sassoon, nipote di David, diresse questo ministero per ben sette governi consecutivi. La banca David Sassoon &Co., in virtù del prestigio familiare e commerciale, ottenne dalla Banca d’Inghilterra (controllata dai Rothschild), il monopolio in India per lo sfruttamento del cotone, della seta e dell’OPPIO, accumulando guadagni ingentissimi.
Davis Sassoon (seduto) con i figli
La famiglia intanto cresceva. Gli otto figli di David furono tutti collocati nei “posti chiave” del commercio in Oriente, aumentando enormemente gli affari della banca, e costituendo ulteriori società finanziarie, aziende tessili ed agricole ed imponenti società di assicurazioni come la Oriental Life Insurance. Gli affari di famiglia si moltiplicarono ulteriormente grazie anche al contributo della società Russell & Company (fondata dal cognato di William Huntington Russell), che armava per conto dei Sassoon le navi commerciali che trasportavano l'oppio dall’India alla Cina, tornando indietro cariche di Tè. La società era in mano a Warren Delano, principale azionista, nonno materno del futuro Presidente degli USA Franklin Delano Roosevelt, il quale ereditò una gigantesca fortuna proprio grazie a questa joint venture con i Sassoon.
Nel 1887 Edward Albert Sassoon sposò Caroline Rothschild e l’alleanza economica tra le due famiglie fu consacrata definitivamente. Ebbene, amici, il potere di questa grande famiglia non ebbe mai cadute. Ancora oggi i Sassoon sono ricchissimi. Possiedono la ED Sassoon Bank, la David Sassoon & Co Bank, l’Oriental Life Insurance e controllano, tra gli altri, The Observer ed il Sunday Time. Gli attuali “attori principali” sono: Léon Sassoon, importante imprenditore siriano con un forte giro d’affari in Siria ed in Italia (è stato Presidente e Tesoriere della Sinagoga sefardita di Holland Park, a Londra), il figlio, Joseph Sassoon, sociologo, che è anche fondatore e Presidente della Alphabet e l’altro figlio, più presente nel nostro Paese, Enrico Sassoon.
Enrico è attualmente Direttore dell’Harvard Business Review Italia, Amministratore delegato di StrategiQs Edizioni, Presidente di Leading Events e di Global Trends, esponente di spicco dell’Aspen Institute Italia (di cui è Presidente Giulio Tremonti) e di un’infinità di altre strutture finanziarie, nonché, cosa che forse molti non sanno, fondatore e principale azionista della Casaleggio Associati, la società di comunicazione informatica che gestisce, tra l’altro, le edizioni ed il blog di Beppe Grillo.
Cari amici, a molti forse “sfugge” che il movimento “5 Stelle”, che in Italia è cresciuto enormemente in così poco tempo, abbia padrini di questo spessore! In realtà c’è una spiegazione logica anche al nome dato al movimento: "5 Stelle"; esse rappresenterebbero i cinque importanti personaggi alla guida del movimento: Enrico Sassoon, Gianroberto Casaleggio, Luca Eleuteri, Mario Bucchich e Davide Casaleggio. Vi sembra poco importante questo legame? Io credo di no.
Nel mio modo di pensare non ho mai creduto troppo al caso, alla casualità, al fatto che certe cose succeono e basta; ho sempre pensato, invece, che i traguardi importanti sono frutto di certe strategie complesse, che hanno alla base un grosso "gomitolo" fatto di “lunghi fili”, capaci di tessere trame su trame, fino ad arrivare alla meta agognata, al potere. Tutto questo succedeva nel passato, succede oggi e, forse, succederà anche in futuro. Per oggi, amici che mi seguite, credo che basti; l'argomento però, ne sono convinto, riveste non poca importanza, in considerazione del fatto che è in atto la formazione del nuovo Governo, nel quale il "Movimento 5 Stelle" dovrebbe risultare ampiamente condizionante. Il futuro politico che ci riguarda è in attesa dei nuovi capitoli, tutti da scrivere...

A domani.
Mario

Nessun commento: