E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

martedì, febbraio 21, 2017

IL CORO GOSPEL LOVING STAR HA FESTEGGIATO IN CATTEDRALE L’ARCIVESCOVO PER IL SUO 75° COMPLEANNO.



Oristano 21 Febbraio 2017
Cari amici,
Il Coro Gospel “Loving Star” ha voluto affettuosamente festeggiare nel pomeriggio di Domenica 19 Febbraio l’Arcivescovo per il suo 75° compleanno. Il suo grande affetto deriva dal fatto che
fu Monsignor Sanna a tenerlo a battesimo, in occasione del concerto tenutosi il 1 Maggio a Bonarcado nel 3° Pellegrinaggio Diocesano svoltosi tra i Santuari del Rimedio e di Bonarcado.
Il Coro, nato nel 2004 sotto la direzione del M° Saba, incontrò subito i favori del pubblico, iniziando un'intensa attività concertistica; con una corale corposa, costituita da circa 40 elementi femminili, si esibisce con successo nei più importanti centri della Sardegna.
È il M° Saba il vero motore della compagine, che vanta un vasto repertorio che spazia dai canti Gospel agli Spiritual tradizionali, ma comprende anche brani di Gospel moderno. Il Maestro, diplomato in “flauto traverso” presso il Conservatorio di Cagliari, si è successivamente perfezionato in direzione corale con i maestri Peter Neuman e Mario Fulgoni. Dirige, fin dalla sua fondazione, il Coro tradizionale sardo Maurizio Carta di Oristano con il quale è impegnato in un'intensa attività concertistica a livello Nazionale ed Internazionale, ed è anche Direttore Artistico dell'Ente Concerti "Alba Pani Passino" di Oristano.

Nella bella serata di Domenica il coro ha magnificamente eseguito canti e spiritual molto noti, scatenando nel numeroso pubblico che ha riempito la Cattedrale caldi e lunghi applausi. Durante una pausa delle esecuzioni il coro, oltre agli auguri, ha voluto donare all’Arcivescovo, in affettuoso ricordo, il foulard di seta che completa l’abbigliamento delle coriste. Un gesto d'amore simpatico, che praticamente aveva il significato di accoglierlo idealmente come componente della corale. Monsignor Sanna ha ringraziato visibilmente commosso, ricordando proprio il fatto che il coro, che Lui aveva tenuto a battesimo, era magistralmente cresciuto e aveva raggiunto una bella notorietà.
Il concerto è poi proseguito con diversi altri brani che il pubblico ha gradito in modo particolare, accompagnando con il ritmo delle mani i pezzi più noti. Dopo i lunghi applausi finali l’Arcivescovo ha raggiunto e salutato affettuosamente tutti i componenti, abbracciando infine, in particolare, un bambino sfortunato, nato con una malattia molto rara che lo ha costretto (e ancora lo costringe) a cure difficili. L’affettuoso abbraccio di Monsignor Sanna al bambino è stato poi dettagliatamente spiegato dai genitori, che hanno riepilogato il calvario di sofferenza patito. La mamma, particolarmente commossa, ha detto che Lei caparbiamente rifiutò l’aborto perchè considera la vita "sacra e inviolabile", aiutata e confortata dalla fede e da un grande medico che opera a Roma. Ha ribadito, con lucida convinzione, che una vita deve essere in ogni modo salvaguardata perché è un dono del Signore: sempre!
Amici miei, il bel concerto se è vero che ci ha allietato tutti con le sue piacevolissime vocalità, ha fatto calare in noi anche un velo di tristezza; si, perchè questo “compleanno particolare”, segna anche la fine del mandato pastorale di Mons. Sanna, che proprio al compimento del 75° anno di età, come da prassi, ha rassegnato le Sue dimissioni a Papa Francesco. La sua bella esperienza tra di noi è praticamente arrivata al capolinea, con nostro grande dispiacere! Il nostro Arcivescovo, che è con noi da oltre 10 anni e che in terra d’Oristano ha trovato una Sua nuova patria non solo in funzione del Suo ministero pastorale, ci mancherà non poco.
Di recente, durante l’incontro del 13 Febbraio in Municipio con l’attuale Sindaco ed i suoi predecessori, evento da Lui sollecitato per poter meglio radiografare la città ed i suoi bisogni, in chiusura dell’incontro ha confidato a quanti erano presenti che Lui si sente oristanese a tutti gli effetti, anche se le Sue radici sono altrove. Il suo rapporto con Oristano è privilegiato: Oristano è il luogo dove ha lasciato il cuore e dove, in un giorno spera lontano, vorrà far riposare le Sue spoglie terrene. Come Arcivescovo, avendo il diritto di essere sepolto nella casa di Dio, nel Suo testamento ha scelto proprio come ultima dimora la Cattedrale di Oristano, nella Cappella alla destra dell'altare.
Auguri di vero cuore, caro Monsignor Sanna! Ho avuto il piacere di godere della Sua splendida amicizia, consolidatasi anche durante il mio mandato di Delegato per Oristano dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Delegazione alla quale Lei, in qualità di Priore, ha sempre dedicato un’attenzione straordinaria: da vero Padre; amicizia che mi ha molto onorato e mi onorerà sempre. Lei, per me e per tutti noi Cavalieri dell'Ordine, resterà per sempre nei nostri cuori: sarà sempre il nostro amato Arcivescovo.
A domani, cari amici che mi seguite.
Mario


Nessun commento: