E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

venerdì, aprile 22, 2016

LENTI A CONTATTO-FOTOCAMERA: TRA POCO SAREMO TUTTI DEGLI IMPERDONABILI 007! LA RIVOLUZIONE “OCULARE” DI SAMSUNG.

Oristano 22 Aprile 2016
Cari amici,
la nostra privacy sta per subire un colpo mortale: Samsung ha brevettato una particolare lente a contatto smart con videocamera e schermo integrati. Invisibile da chiunque ci stia intorno, questo aggeggio è in grado, con un battito di ciglia, di mettere in moto una macchina fotografica o una cinepresa, capace di registrare ogni cosa intorno a noi! D’ora in poi, se ci capiterà di vedere un elegante signore o una coppietta che si scambiano degli sguardi muovendo ripetutamente le ciglia, dobbiamo stare attenti, perché probabilmente stanno filmando noi e quanto ci sta intorno. Insomma fare lo 007, d’ora in poi, sarà certamente facilissimo, un gioco da bambini!
L’idea di questo rivoluzionario tipo di lente è venuta alla Samsung, che ne ha depositato il brevetto già nel 2014, anche se la licenza è arrivata solo adesso, e l’azienda sudcoreana pare si stia preparando a mettere sul mercato il nuovo dispositivo. Leggerissima e sottile, la nuova lente è un vero laboratorio: è dotata di display, fotocamera, antenna per connettività wireless e sensori di movimento; queste particolari lenti a contatto smart permetteranno a chi le indossa di scattare fotografie e girare video ad alta risoluzione, con un semplice battito di ciglia. Ma non solo. Nel marchingegno risultano integrate anche le funzioni di realtà virtuale e aumentata, anche se, non disponendo questi vetrini intelligenti per ragioni di spazio di una memoria interna, archivieranno in tempo reale tutti i dati su uno smartphone collegato. Incredibile ma vero!
Oggi questa rivoluzionaria tecnologia renderà obsoleti, mandandoli in pensione prematuramente, molti degli attuali dispositivi indossabili, compresi gli ingombranti visori per la realtà virtuale appena commercializzati dalla stessa azienda. Sicuramente una grande rivoluzione, anche se qualche problema sottostante sicuramente non tarderà a saltare fuori: per esempio quello della privacy. La sua ipotizzata ampia diffusione creerà certamente delle controversie giuridiche non indifferenti: data la capacità delle lenti smart di registrare le immagini all’insaputa dei soggetti ripresi, siamo sicuri che ne sarà consentito liberamente l’uso, oppure sarà necessario regolamentare la materia in modo diversi rispetto ad oggi?
L’innovazione, lo sappiamo, ha sempre affascinato l’uomo. L’idea di realizzare lenti a contatto smart in effetti non è del tutto nuova: già in passato Google si era cimentato in un progetto molto simile in collaborazione con Novartis, sviluppando però lenti in grado di rilevare i livelli di glucosio nel sangue, dispositivo specifico dunque, da considerarsi a tutti gli effetti un presidio medico di buona utilità per i diabetici.
Cari amici, l’innovazione di cui parliamo oggi richiama alla mente famosissimi film di avventura e di fantascienza come Mission Impossible, 007, Man in Black, con la differenza, però, che in questo caso si tratta non di fantasia ma di realtà, in grado di realizzare cose straordinarie. Per esempio, al soggetto una volta indossate queste lenti, basterà battere le ciglia con una certa intensità per immortalare fotograficamente chi ha davanti o addirittura avviare una registrazione video da conservare. Quanto ripreso, infatti, sarà immediatamenteinviato allo smartphone collegato.
Un uso, quello di queste lenti, ben più semplice e veloce del nostro cellulare, che praticamente diventerà un oggetto obsoleto! Grazie alla fotocamera sovrapposta alla visione oculare, si potranno scattare molte più foto di quanto ci permetta anche uno dei cellulari più avanzati, perchè si azzererebbe il lasso di tempo che ci serve per prendere in mano lo smartphone, attivare la fotocamera e scattare la foto. Con questa nuova invenzione la realtà si avvicina sempre di più alla fantascienza, portando ai massimi sviluppi anche il concetto di realtà virtuale; con questo strumento la nuova grande dimensione dei dispositivi wearable, la moderna tecnologia indossabile, sempre più in voga nell’ultimo periodo, come le fitness band e gli smartwatch, farà un enorme passo avanti.
Inoltre, queste straordinarie lenti smart non solo potranno fare le riprese, ma sarà possibile acquisire sulla lente, quindi visualizzare sullo schermo trasparente e miniaturizzato, le foto e i video presi dallo smartphone collegato. Questo significa che sulla lente verranno resi disponibili tutti quei servizi di realtà aumentata, tipo mappe o sistemi di navigazione. In pratica si potranno sovrapporre informazioni al mondo reale. Ad esempio guardando un monumento, immediatamente potremo leggere la sua storia o tutte le caratteristiche che lo contraddistinguono; oppure cercare un negozio o un ufficio ricevendone direttamente sulla pupilla le indicazioni stradali e il percorso da compiere, oltre ai tempi di percorrenza e altre informazioni utili tipo orari di apertura e chiusura.
Amici miei, su questo blog mi è già capitato di parlare di realtà virtuale e di robot, che in un futuro prossimo cambieranno in modo sostanziale la vita dell’uomo. Questo nuovo strumento, capace di integrarsi con il corpo umano accrescendone enormemente le potenzialità, va proprio in questa direzione: l’uomo del futuro sarà in buona parte meccanizzato, dentro e fuori dal corpo. Lasciatemi chiudere questa riflessione con la mia solita pizzicante ironia. Se ci capiterà di incontrare per strada un soggetto che indossa queste lenti (se stiamo attenti, forse, ci accorgeremo della differenza), controlliamo subito se siamo pronti per essere immortalati nel modo giusto (mai spettinati o con il viso corrucciato); subito dopo, guardando il soggetto che abbiamo di fronte come farebbe un attore consumato, potremo chiedergli con un sorriso, con voce tra l’ironico e il divertito: “Mi sta riprendendo in primo piano, o a figura intera?”
Ciao, a domani.
Mario



Nessun commento: