E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

sabato, marzo 26, 2016

STANOTTE TORNA L’ORA LEGALE. LANCETTE AVANTI DI UN’ORA: L’ORA SOLARE TORNERÀ IL 30 OTTOBRE.

Oristano 26 Marzo 2016
Cari amici,
al termine di questa giornata di oggi, Sabato26, stanotte, tornerà l’ora legale. Esattamente alle 2,00 di Domenica 27, le lancette dei nostri orologi dovranno essere portate avanti di un’ora: dalle 2,00 alle 3,00. La consuetudine di avere due diverse misurazioni delle ore della giornata ha una storia lunga e laboriosa, che ho già avuto modo di riepilogare in un mio precedente post di qualche tempo fa: il 25 Ottobre 2015, al ritorno dell’ora solare, ebbi occasione di ripercorrerne la storia che, chi è curioso, può andare a rivedere, ecco il link http://amicomario.blogspot.it/2015/10/lora-solare-e-tornata-durera-sino-al.html.
Senza tornare indietro, riepilogando tutti i precedenti tentativi, l’attuale cambio ora solare/ora legale è in vigore dal 1996, uniformemente in tutti i Paesi dell'Unione Europea, più la Svizzera e i paesi dell'est Europa. L'ora legale, in realtà, è una convenzione che consiste nel mettere un'ora in avanti l'orologio al fine di ridurre il consumo di energia. In Italia, fino al 2010, il compito di stabilire annualmente inizio e fine dell'ora legale, era delegato al Presidente della Repubblica, il quale stabiliva il giorno preciso, compreso tra i mesi di Marzo e Giugno (inizio) e tra Settembre e Ottobre (fine). Successivamente, con l’applicazione dell'articolo 22 della legge 96, che recepiva la Direttiva 2000/84/CE del Parlamento europeo, l'inizio dell'ora legale fu così stabilito inizio alle ore 2:00 del mattino dell'ultima Domenica di Marzo, mentre il termine fu fissato alle ore 3:00 del mattino dell'ultima Domenica di Ottobre.
Cari amici, anche quest’anno, dunque, ci siamo quasi: la prossima notte, quella tra oggi, sabato 26, e domenica 27, proprio la notte che precede la Santa Pasqua, le lancette dei nostri orologi andranno spostate avanti di un’ora. Come tante altre volte ripetuto, però, non tutti saranno contenti: non saranno felici, per esempio, coloro abituati a svegliarsi presto, in particolare per motivi di lavoro. Per loro la notte sarà più breve, con un'ora in meno di sonno. Ma, in termini più generali, quali benefici porta alla nazione, realmente, questo 'cambio'? Qual è il guadagno che si ricava da un’ora di luce in più al giorno? A quanto viene dichiarato il risparmio energetico, in media, per il nostro Paese, è quantificato in circa 550 milioni circa di kilowattora, che, tradotto in termini monetari, corrisponde a circa 90 milioni di euro.
Passando dal punto di vista monetario a quello della salute, c’è però da mettere in conto il rovescio della medaglia. Per molti questo ipotizzato “risparmio” è solo uno specchietto per le allodole. Al ‘finto’ risparmio energetico è necessario aggiungere, al contrario, gli effetti negativi che il cambio dell’ora genera sul funzionamento dell’organismo. La qualità del sonno, per esempio, peggiora, così come ha effetti negativi sull’attenzione e sull’uso di dei vari strumenti informatici, come smartphone e computer. Uno studio portato avanti dai ricercatori del Karolinska Institut di Stoccolma ha registrato un aumento del quattro per cento degli attacchi cardiaci subito dopo il passaggio all’ora legale.
Insomma, alla fine non si sa se i vantaggi superino o meno gli svantaggi. L’impatto più evidente resta, comunque, quello sulle abitudini legate al sonno che, per quanto lievi, generano comunque una sorta di mini-jet lag. Solitamente si dice: “Si dorme un’ora in meno” e per quanto l’affermazione non sia del tutto reale dal punto di vista cronologico, lo è dal punto di vista crono-biologico, ovvero l’effetto che crea il cambio, quando l’organismo è programmato biologicamente sui ritmi consolidati. Essendo poi la produzione di melatonina favorita dal buio, l’allungarsi delle ore di luce va a impattare sull’addormentamento, dunque sulla qualità del sonno. Di conseguenza, si possono avere problemi di astenia e disattenzione.
In merito all’insonnia, il prof. Gioacchino Mennuni, Direttore del Centro del Sonno al Policlinico Gemelli di Roma, consiglia di non modificare troppo l’orario in cui ci si sveglia al mattino per non stravolgere il ciclo sonno-veglia e di seguire alcune piccole attenzioni a tavola, per dare modo al corpo di riprogrammarsi. A proposito di alimentazione, Coldiretti suggerisce di evitare, a cena, alcuni cibi come alcool e alimenti troppo ricchi di sodio, pesanti e ricchi di sostanze eccitanti.
Cari amici, con i tempi che corrono i risparmi sono certamente importanti, costituendo, almeno in parte, quel processo di spending review che cerca di ‘tappare le falle’ (che spesso...sono voragini) del nostro disastrato bilancio nazionale. La cosa importante, però, è che non ci si fermi di fronte ai finti risparmi: spesso, infatti ad un risparmio immediato, apparentemente vantaggioso, presto arriva la contropartita che diventa un macigno. Come, per esempio, il taglio di determinate spese per la ricerca ha diminuito la prevenzione, con un aumento delle malattie che hanno più che vanificato l’apparente risparmio.
Che fare dunque? Andare sempre con i piedi di piombo, senza farsi incantare dalle false sirene….
A domani.

Mario

1 commento:

Statistiche Lotto ha detto...

#OraLegale, per gli amanti della #Smorfia: ecco la #Cinquina per il gioco del #Lotto :D >> Smorfia, i numeri da giocare al Lotto per l'Ora Legale