E' sempre l'ora...dI dare e ricevere...amicizia!

giovedì, giugno 01, 2017

ENERGIA E SPRECHI. SIETE SICURI DI UTILIZZARE AL MEGLIO L’ENERGIA ELETTRICA IN CASA VOSTRA O IN UFFICIO? NON PENSIAMO MAI CHE IL COSTO DELLA “SPIA ROSSA” PRESENTE NEI VARI ELETTRODOMESTICI, COSTA…



Oristano Giugno 2017
Cari amici,
Il primo post di Giugno lo voglio dedicare al "risparmio". In tempi come quelli che stiamo vivendo lo spreco è da considerarsi oltremodo penalizzante: per se e per gli altri. Proviamo tutti, allora, ad amministrare saggiamente quanto abbiamo: vivremo meglio noi e ne avrà beneficio il nostro pianeta. Cominciamo col risparmio di elergia elettrica.
A volte non ci diamo peso, a volte addirittura le numerose lucette rosse che sono presenti nei numerosi elettrodomestici di casa, sembrano farci compagnia, quasi ad rassicurarci che tutto funziona per il meglio. Questo modo di fare, questo modo di concepire la buona “compagnia” che le lucette rosse ci fanno, ci fa dimenticare, però, che esse non funzionano ‘gratis’, che nella nostra sempre più pesante bolletta energetica hanno un costo non indifferente. Non ci sembri un’esagerazione quanto affermato, perché possiamo constatarlo esaminando insieme “i costi nascosti” che caricano in modo sensibile la nostra bolletta.
Piccola, rossa, apparentemente innocua, la 'lucina rossa' dello stand-by presente su quasi tutti gli elettrodomestici risulta essere un vero e proprio 'vampiro' di energia. Sembra incredibile ma è vero: la piccola spia dei nostri elettrodomestici può arrivare da sola a consumare una quantità di KWh davvero rilevante. Il consumo globale delle diverse spie dei nostri apparati elettrici funzionanti nelle nostre case, può far lievitare i costi in bolletta ogni anno fra i 60 e i 250 euro: cifre importanti per una famiglia con un reddito medio. Per risparmiare ed evitare brutte sorprese in bolletta è quindi consigliabile adottare alcuni semplici accorgimenti. Ecco una breve lista di consigli per arginare il piccolo 'vampiro' che si nasconde dietro la lucetta rossa.
Considerati i numerosi elettrodomestici presenti nella nostra casa, la prima regola è quella di staccare dalla presa di corrente tutti quegli apparecchi che non vengono utilizzati frequentemente. Nel caso invece di usi frequenti di determinati apparecchi, possiamo collegarli alla rete tramite una ciabatta elettrica dotata di interruttore, meglio ancora se dotata di timer per lo spegnimento automatico quando gli apparecchi ad essa collegati entrano in modalità stand-by.
Circa le apparecchiature come i modem, router e decoder (che consumano anch'essi oltre i 3 watt in stand-by), che per ovvie ragioni è difficile mantenere spenti, questi sono tra i pochi che pur malvolentieri possiamo mantenere collegati. È possibile, invece per evitare dei bei rincari in bolletta, tenere staccati dalla rete macchinette per il caffè, microonde, casse e monitor per il PC, stampanti, carica batterie del telefonino e dock station, lettori dvd e televisori, stereo e casse per l'home theatre, spazzolini da denti elettrici, in quanto è possibile tenerli spenti senza danni. Occhio in particolare a non tenere collegati apparecchi come le console X-boX, Playstation e più in generale tutte le piattaforme di gioco, veri e propri parassiti di energia sia in stand-by che accesi. Staccate tutto!
Cari amici, l’esigenza di entrare nell’ottica del risparmio non è solo un modo per risparmiare sul proprio portafoglio: in momenti particolari come quelli che stiamo vivendo, sono anche un sano modo di fare del bene al nostro pianeta, un sistema per tenerlo più pulito, in quanto produrre l’energia costa anche in termini di maggiore inquinamento, soprattutto quando l'energia è derivata da fonti non rinnovabili.
Un ultimo consiglio. Quando andate ad acquistare un nuovo elettrodomestico, soffermatevi bene su quanto scritto sull'etichetta energetica dell'apparecchio. Verificate con attenzone non solo la classe energetica, ma soffermatevi a verificare anche il suo consumo in stand-by. Sara un modo corretto per portare a casa un acquisto ragionevole, che Vi ripagherà nel corso della durata dello stesso. Controllare i consumi del nuovo acquisto dovrà diventare un sano principio: ne trarranno vantaggio le Vostre tasche e, ancora meglio, ne beneficerà non poco il pianeta che ci ospita.
Si, proprio così: spesso dimentichiamo che in questo mondo siamo solo ospiti, non padroni, e che abbiamo il sacro dovere di riconsegnare il pianeta "in buone condizioni" alle nuove generazioni.
A domani.
Mario


Nessun commento: